Il “filo rosso e bianco”

E’ un’iniziativa di preghiera che costituisce uno dei pilastri dell’Associazione, insieme al Corso annuale diocesano di formazione liturgico-dottrinale e alla Festa diocesana della Divina Misericordia.

Questa proposta di preghiera molto semplice nasce dall’invito di Gesù a S. Faustina di onorare l’ora della Sua morte, le tre del pomeriggio, con una meditazione, anche breve, della Sua Passione: “…in quell’ora cerca di fare la Via Crucis, se i tuoi impegni lo permettono e se non puoi fare la Via Crucis entra almeno un momento in Cappella ed onora il mio Cuore che nel S.S. Sacramento è pieno di misericordia. E se non puoi andare in Cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento là dove ti trovi.”

Noi abbiamo accolto questo invito di Gesù e ci raccogliamo alle tre del pomeriggio per pochi minuti recitando la Coroncina della Divina Misericordia: in questo modo, con le stesse parole di Gesù dettate a S. Faustina, meditiamo ciò che è avvenuto in quella che Lui stesso definisce “un’ora di grande Misericordia per il mondo intero”. Questa brevissima preghiera permette di offrire al Padre i meriti della dolorosa Passione del Figlio e, quando la recitiamo, ci uniamo all’offerta che Gesù ha fatto sul Calvario.

La caratteristica dell’iniziativa è l’assunzione dell’impegno, attraverso la promessa di un anno, liberamente rinnovabile di anno in anno a partire dal 5 ottobre (nascita al cielo di Santa Faustina) al 4 ottobre successivo. Questa promessa manifesta la propria volontà di corrispondere costantemente, e per un tempo stabilito in anticipo, alla richiesta di Gesù. Questo piccolo impegno si traduce, attraverso la preghiera, in una costante azione di Dio nel nostro cuore che dolcemente ci rende docili alla trasformazione nello Spirito e ci spinge sempre più a partecipare alla vita della Chiesa.

COMMENTI