La storia dell’associazione

Nell’anno 2001 un piccolo gruppo di persone inizia, senza conoscersi, a frequentare la Cattedrale Primaziale di Salerno con il desiderio di sperimentare un più profondo incontro con il Signore attraverso un’esperienza di servizio.

Il parroco Don Antonio Quaranta propone loro di diffondere il Culto della Divina Misericordia e sebbene nessuno conosca Santa Faustina, la proposta viene accolta.

Nasce, così, la Segreteria Diocesana dell’Apostolato della Divina Misericordia che comincia un intenso operato per far conoscere e amare la Misericordia del Signore sull’intero territorio diocesano, coinvolgendo sacerdoti e comunità locali in un progetto di comunione d’intenti.

A poco a poco, sempre più persone aderiscono all’invito di vivere questo Culto e la Festa della Divina Misericordia, che si celebra ogni anno la prima Domenica dopo Pasqua, diventa l’espressione visibile di questo Apostolato.

In quel giorno sacerdoti e laici si raccolgono intorno all’Arcivescovo per celebrare la Misericordia del Signore in un piccolo giubileo diocesano. Questa Festa, secondo la intenzione di Gesù, deve essere un giorno di riparazione per tutte le anime e specialmente per quelle dei poveri peccatori.

Il 15 agosto 2006 la Segreteria Diocesana diventa Associazione Dives in Misericordia con il riconoscimento ecclesiastico “ad experimentum”. Si è apostoli della Dives in Misericordia aderendo al progetto associativo finalizzato ad una formazione cristiana che invochi, annunci e testimoni una totale fiducia in Dio e una generosa misericordia verso il prossimo.

Il 14 maggio 2010, S.E. Mons. Gerardo Pierro, dopo aver rinnovato il riconoscimento per un ulteriore triennio il 1 novembre 2010, riconosce l’associazione Dives in Misericordia come Associazione Privata di Diritto Diocesano, con sede in Salerno, presso la parrocchia “Santi Matteo e Gregorio Magno” nella Cattedrale primaziale di Salerno.

COMMENTI